Tentato omicidio e lesioni personali: queste le accuse con le quali il tribunale di Terni (riunito in composizione collegiale in composizione collegiale: presidente Rosanna Ianniello, giudici Dorita Fratini e Chiara Mastracchio) ha condannato a sei anni di reclusione oltre all’interdizione dai pubblici uffici per cinque anni il 33enne di origini venezuelane, giudicato responsabile della sparatoria in via Curio Dentato in cui il 22 luglio dello scorso anno rimase ferito un carabiniere – l’appuntato scelto Mario Palleschi del Nor di Terni – centrato da due proiettili ai piedi, nella quale rimasero coinvolti anche altri tre operatori delle forze dell’ordine (un carabiniere di Pattuglia assieme a Palleschi e due agenti della polizia di Stato).

LEGGI | I proiettili impazziti e gli sguardi paura: storia di una mattinata di ordinaria follia

Fermato per un controllo di polizia, il ragazzo aveva reagito con violenza richiedendo l’intervento di diverse pattuglie. Durante la colluttazione, il 33enne riuscì ad entrare in possesso di una pistola (qui il video) esplodendo cinque colpi che ferirono i rappresentanti delle forze dell’ordine.


Il tuo browser non può riprodurre il video.


Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.

Disattiva audioDisattiva audioDisattiva audioAttiva audio



Spot

Attiva schermo interoDisattiva schermo intero

Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.

Attendi solo un istante...

Forse potrebbe interessarti...


Devi attivare javascript per riprodurre il video.


In aula, il pm Camilla Coraggio aveva chiesto la condanna a sette anni.



Fonte articolo Terni Today

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.