[ad_1]

Settanta gatti cercano casa dopo essere stati salvati dalle guardie zoofile dell’Organizzazione italiana protezione animali (Oipa) di Ancona.

Settanta esemplari Main Coon, Siberiani, British, Kurilian Bobtail e British Shorthair e Munchkin (o gatto bassotto) e loro incroci che vivevano in una situazione di degrado, come attestato dagli agenti Oipa, dai Carabinieri forestali e da un veterinario, tutti intervenuti su segnalazione.

“Il magistrato ha dato il via libera agli affidi e questi sono molto urgenti, date le condizioni igienico sanitarie in cui ancora vivono questi sfortunati animali – dice Luana Bedetti, coordinatrice provinciale delle guardie zoofile Oipa di Ancona – Non meritano di vivere ancora in quello scenario da incubo e per questo facciamo appello a tutti gli abitanti delle Marche e delle regioni limitrofe, soprattutto Emilia e Umbria, affinché accolgano uno o più esemplari. In una nuova casa questi poveri gatti, circondati da cure e affetto, potranno rinascere e dimenticare il passato. Chiediamo a tutti un atto di generosità e solidarietà”.


Il tuo browser non può riprodurre il video.


Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.

Disattiva audioDisattiva audioDisattiva audioAttiva audio



Spot

Attiva schermo interoDisattiva schermo intero

Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.

Attendi solo un istante...

Forse potrebbe interessarti...


Devi attivare javascript per riprodurre il video.


La donna che li deteneva è ora indagata per maltrattamento di animali e per detenzione di animali in condizioni degradanti.

[ad_2]

Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *