Meteo prossimi giorni.
Meteo prossimi giorni.

 

 

Non di rado nel mese di febbraio le condizioni meteo si complica parecchio, stavolta l’imprevisto che viene proposto dai calcolatori per i prossimi sette giorni, è abbastanza importante. Innanzitutto, dell’Europa nord-orientale prenderà vita un’irruzione di aria molto fredda proveniente dalla Siberia. Questa avrà poi un’evoluzione ad oggi da definire, che potrebbe in qualche modo avere influenza anche sull’Italia.

 

È importante però evidenziare che al momento non è prevista alcuna ondata di gelo nel nostro Paese.

 

Durante la settimana che inizia, il fenomeno atmosferico più rilevante che osserviamo per l’Italia, sarà il sensibile aumento della temperatura che sarà provocato da un’area di bassa pressione sulla Spagna.

 

Si realizzerà una situazione meteorologica che abbiamo già sperimentato circa un mese fa, quando sulla Penisola Iberica si abbatterono bufere di neve, mentre l’Italia centro-meridionale veniva interessata da alte temperature, che raggiungevano anche i 30°C in Sicilia.

 

Osservando delle mappe di previsione della temperatura a circa 1500 metri di quota, per l’Europa vediamo che attorno al finire della settimana ci saranno differenze di temperatura fino a 40°C, con il gelo in Russia, mentre un soffio d’aria eccezionalmente mite raggiungerà la Sardegna e la Sicilia, sempre in un contesto di bassa pressione che dalla Penisola Iberica si porterà verso la Francia e sarà associato ad una perturbazione.

 

Ed ecco che nella Penisola Iberica tornerà a farsi strada la possibilità di neve, ma non ci sarà il replay della grande nevicata di Madrid. In tale contesto, nel finire della settimana, bufere di neve potrebbero interessare l’Europa centro-settentrionale e le Isole Britanniche.

 

Verso il finire della settimana, in Italia si avrà un peggioramento probabilmente, infatti l’aumento di temperatura che colpirà le regioni centromeridionali, deriverà dal richiamo di aria calda nordafricana causato dalla bassa pressione che abbiamo citato precedentemente. Quindi non da un anticiclone nordafricano, di cui siamo ben lungi da esserne interessati.

 

E allora, in una visione d’insieme, le condizioni meteo della settimana in Italia saranno abbastanza variabili, le perturbazioni transiteranno molto rapidamente, e saranno più attive soprattutto sulle regioni centro-settentrionali, mentre attorno alla metà della settimana sino al suo finire, l’aria mite toccherà il suo picco tra le Isole Maggiori e il Sud Italia, dove al massimo ci sarà nuvolosità stratiforme e non maltempo.

 

Non sarà una settimana di tempo pessimo in Italia, tuttavia neanche di maltempo. Quindi, ricapitolando avremo temperatura in aumento, meteo variabile con la possibilità di precipitazioni ma a tratti. La quota neve sulle Alpi è attesa in deciso aumento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.