La Regione Umbria recepisce e adotta le nuove regole nazionali per lo svolgimento delle attività in ambito scolastico e le misure di quarantena e autosorveglianza per i contatti stretti di casi di infezione da SARS CoV-2: lo comunica il commissario regionale per l’emergenza coronavirus, Massimo D’Angelo.
Dato che la validità delle nuove regole è retroattiva, i provvedimenti urgenti contenuti nel decreto-legge “n. 5 del 4 febbraio 2022” per le attività scolastiche, sono stati trasmessi dai Servizi di igiene e sanità pubblica delle ASL a tutti i dirigenti scolastici per la sospensione dei provvedimenti in corso.
Di seguito le nuove regole per la scuola, in dettaglio:

Nelle scuole per l’infanzia:
a) fino a 4 casi di positività le attività educative e didattiche proseguono in presenza. È previsto l’utilizzo di mascherine FFP2 da parte dei docenti e degli educatori fino al decimo giorno successivo alla conoscenza dell’ultimo caso di positività.
In caso di comparsa di sintomi, è obbligatorio effettuare un test antigenico (rapido o autosomministrato) o un test molecolare.
Se si è ancora sintomatici, il test va ripetuto al quinto giorno successivo alla data dell’ultimo contatto;
b) dal quinto caso di positività, le attività educative e didattiche sono sospese per cinque giorni.

Nella scuola primaria:
a) fino a quattro casi di positività, si continuano a seguire le attività didattiche in presenza con l’utilizzo di mascherina FFP2 da parte di docenti e alunni con più di 6 anni di età e fino al decimo giorno successivo alla conoscenza dell’ultimo caso accertato positivo al COVID-19. Inoltre, è obbligatorio effettuare un test antigenico rapido o autosomministrato o molecolare alla prima comparsa dei sintomi e, se ancora sintomatici, al quinto giorno successivo alla data dell’ultimo contatto;
b) dal quinto caso coloro che hanno concluso il ciclo vaccinale da meno di 120 giorni o che sono guariti da meno di 120 giorni o che hanno effettuato la dose di richiamo, l’attività didattica prosegue in presenza con l’utilizzo di mascherine FFP2 da parte di docenti e alunni con più di 6 anni di età per dieci giorni; per tutti gli altri le attività proseguono in didattica digitale integrata per 5 giorni.
 

Nella scuola secondaria di primo e secondo grado:
a) con un caso di positività tra gli alunni della stessa classe, l’attività prosegue per tutti in presenza con l’utilizzo della mascherina di tipo FFP2 da parte di alunni e docenti;
b) con due o più casi di positività tra gli alunni, coloro che hanno concluso il ciclo vaccinale da meno di 120 giorni o che sono guariti da meno di 120 giorni o che hanno effettuato la dose di richiamo, l’attività didattica prosegue in presenza con l’utilizzo di mascherine FFP2 per dieci giorni; per tutti gli altri le attività scolastiche proseguono in didattica digitale integrata per 5 giorni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.