[ad_1]


Tra i premiati Alessio Boni e Stefano Fresi


(ANSA) – PERUGIA, 05 SET – Sono soddisfatti per il “successo”
della serata gli organizzatori del “Premio Aila Progetto
Donna-Edizione speciale Todi”.
   
Presentato da Andrea Roncato, l’evento è stato preceduto da una
breve introduzione del professor Francesco Bove, presidente
della Fondazione Aila per la lotta all’artrosi e all’osteoporosi
il quale ha sottolineato come la prevenzione, di cui si occupa
da anni la sua associazione, sia strettamente connessa
all’informazione e alla cultura. Tra i nomi omaggiati, l’attore
Alessio Boni, interprete di molti film dalla parte delle donne,
per il teatro l’attrice Federica Di Martino, Emilia Costantini
per la carta stampata, Stefano Fresi per il cinema e l’avvocato
Antonella Succi per i diritti civili.
   
“Due mani che aiutano – ha detto Boni, secondo quanto riferisce
una nota degli organizzatori – sono più sante di due mani che
pregano. Non mi ricordo chi l’ha detto ma penso che tale frase
si adatti bene. Parlare è facile. Fare fatti è diverso. Il
professor Bove sono 21 anni che fa fatti. Senza il lavoro delle
associazioni non ce la faremmo mai. L’Italia non ce la farebbe.
   
Parte tutto da una mente. E sono testimone della nascita
dell’Aila, 21 anni fa. Se vogliamo chiudere in bellezza: 21
grammi è il peso dell’anima”. L’attore ha ricevuto il premio da
Gabriele Lavia.
   
Nell’ambito dell’iniziativa si è svolta anche una tavola rotonda
su “Progetto donna, cultura, arte, società e salute”. Tra gli
intervenuti, la presidente della Fondazione Bellisario Lella
Golfo, il direttore di Rai Due Ludovico Di Meo, Antonella
Cinque, ex presidente Aifa, Jessica Faroni, presidente Aiop,
Rosanna Lambertucci, l’oncologo Francesco Cognetti.
   
In serata, al Borgo dei Cipressi di Todi, Music&Science:
affollato concerto con gli Affetti Collaterali, con la
partecipazione anche di Anna Tatangelo. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA