[ad_1]

Ecco i passaggi completi del Giro Rosa che quest’anno onora tante località del Cuore Verde. Si tratta, come già anticipato su queste colonne, della terza e quarta tappa della 32ª edizione del Giro d’Italia internazionale femminile 2020, organizzato da Giuseppe Rivolta.

Partenza da Santa Fiora (Grosseto) e passaggi a Città della Pieve, intorno alle ore 14:00 del 13 settembre. Poi imboccherà la Pievaiola, toccando i territori di Piegaro e Tavernelle fino a Castel del Piano per proseguire a Pila (GPM 3ª categoria), San Martino in Colle, San Martino in Campo, via dei Contadini, via dei Loggi, attraversamento di Ponte San Giovanni (via Manzoni e via Ponte Vecchio), Collestrada, Sant’Egidio-Aeroporto, Petrignano. La conclusione, dove è posto sull’arrivo, in Piaggia di San Francesco, anche il GPM di 1ª categoria in un tratto di strada  con pendenze fino al 18%. Avvisa il collega Gino Goti, con un passato di attiva militanza nel ciclismo, oltre che di competente regia: “Una tappa nervosa, ricca di saliscendi che, senza dubbio, darà un volto nuovo alla classifica generale”.

Poi, lunedì, il giro ripartirà da Santa Maria degli Angeli con un trasferimento fino a Spello per il via ufficiale dal km 0.

E poi ancora Foligno, Trevi, Campello, Spoleto, Arrone entrando nel Lazio e arrivo a Tivoli. Una caratteristica particolare: “Sarà la tappa più lunga del Giro e, in assoluto, di una corsa ciclistica femminile: 170 km. Per questo motivo, l’organizzazione ha dovuto chiedere una deroga speciale alla FCI e all’UCI”.

È ovvio sottolineare come, in occasione della kermesse che si prevede molto partecipata, è in gioco un notevole impegno delle forze dell’ordine, coordinate dal prefetto e dal questore di Perugia con il supporto della protezione civile, della Croce Rossa Italiana, dei volontari di numerose società sportive. Queste ultime sono state attivamente sollecitate da Luciano Bracarda, presidente del Comitato della Federazione Ciclistica Italiana.


Il tuo browser non può riprodurre il video.


Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.

Disattiva audioDisattiva audioDisattiva audioAttiva audio



Spot

Attiva schermo interoDisattiva schermo intero

Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.

Attendi solo un istante...

Forse potrebbe interessarti...


Devi attivare javascript per riprodurre il video.


L’Umbria torna ad essere – anche in ragione del suo territorio variegato e interessante – una location amata dai corridori e dagli organizzatori di eventi sportivi di vaglia.

[ad_2]

Fonte articolo Perugia Today

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *