Investimenti per oltre tre milioni di euro per l’ospedale di Città di Castello che nell’emergenza Covid19 ha lavorato bene e merita di essere valorizzato. E’ l’annuncio del sindaco Luciano Bacchetta in risposta all’interrogazione dei consiglieri del Pd Mirko Pescari, Vittorio Massetti, Massimo Minciotti, Letizia Guerri e Luciano Tavernelli.

Il sindaco ha riferito in aula i contenuti di una comunicazione dell’ex commissario straordinario dell’Usl Umbria 1 Silvio Pasqui, illustrando le previsioni del piano per la fase 3 dell’emergenza da Covid-19 stilato dalla Regione, che è stato inviato al Ministero e prevede per l’ospedale di Città di Castello una serie di interventi per un investimento di oltre 3 milioni di euro complessivi.

Per la Terapia intensiva è previsto un ampliamento della disponibilità di posti Ietto e l’acquisizione di dotazioni strumentali (4 posti Ietto in più) in una superficie interessata di circa 180 metri quadrati con un investimento stimato di 290mila euro e lavori della durata di 2 mesi.

Prevista la trasformazione dell’area destinata ad ambulatorio protetto in area intensiva con l’acquisizione di 6 posti Ietto, per una superficie interessata di circa 320 metri quadrati, un investimento stimato in 860mila euro e una durata dei lavori di 5 mesi.

La Terapia semintensiva sarà adeguata attraverso interventi impiantistici, sia mediante l’acquisizione di 14 posti letto, di cui 8 per Pneumologia e 6 per Malattie Infettive, per una superficie interessata di circa 450 metri quadrati, un investimento stimato in 380mila euro e lavori della durata di 2 mesi (esclusi affidamenti di incarichi e progettazione).

Il Pronto soccorso sarà oggetto di interventi strutturali e impiantistici con lo spostamento dell’area cardiologica presso la sede della Medicina dello sport e la riallocazione della stessa in struttura extra-ospedaliera; la realizzazione di percorsi separati attraverso l’installazione di una pensilina in prossimità della Camera calda e di una struttura esterna per il pre-Triage. La superficie interessata dall’intervento sarà di circa 1.230 metri quadrati, per un investimento stimato in 1 milione 220mila euro e una durata dei lavori di 12 mesi (esclusi affidamenti di incarichi e progettazione).

Prevista la realizzazione di un percorso separato tra Oncologia Medica e Radioterapia, per una superficie interessata di circa 400 metri quadrati, un investimento stimato in 350mila euro e una durata dei lavori di 5 mesi (esclusi affidamenti di incarichi e progettazione).

Il sindaco ha riferito che sono allo studio soluzioni di vario tipo per la Rsa, di cui con la realizzazione delle aree Covid al terzo piano dell’ospedale non è stata attuata un’esternalizzazione, ma si è proceduto alla collocazione dei pazienti presso il proprio domicilio, laddove possibile, o presso residenze protette, i cui posti Ietto complessivi disponibili sono stati aumentati di 6 unità.

Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.