Quaranta immigrati a Terni, altri venti a Perugia. L’emergenza sbarchi fa sentire i suoi effetti anche in Umbria e così, dopo gli ultimi episodi legati all’immigrazione, si ripresenta la questione immigrazione.


Il tuo browser non può riprodurre il video.


Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.

Disattiva audioDisattiva audioDisattiva audioAttiva audio



Spot

Attiva schermo interoDisattiva schermo intero

Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.

Attendi solo un istante...

Forse potrebbe interessarti...


Devi attivare javascript per riprodurre il video.


Insorge la Lega che protesta attraverso i consiglieri comunali e la referente provinciale, onorevole Barbara Saltamartini.

“Anche a Terni arriva il regalo di ferragosto del governo giallorosso. Da fonti stampa apprendiamo che verranno trasferiti circa 40 clandestini sbarcati in queste ore a Lampedusa. Non abbiamo nessuna certezza riguardo il loro stato di salute e, probabilmente, saranno sottoposti al tampone per il Covid soltanto quando saranno giunti nella località umbra. Ormai il Governo – dicono gli esponenti del Carroccio – crede di poter prendere ogni tipo di decisione di imperio,  senza consultare le autorità locali e, soprattuto, senza pensare ai rischi a cui incorrerebbero i cittadini qualora qualcuno risultasse positivo. Noi ci opporremo con ogni nostro mezzo a disposizione per garantire la salute dei cittadini ternani e il rispetto delle regole in città”.



Fonte articolo Terni Today

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.