Le proiezioni stagionali del Centro Meteo Europeo prospettano ampi periodi che potrebbero essere contraddistinti da periodi di normalità climatica. Prima delle nostre conclusioni, vi proponiamo ciò che indicano le linee di tendenza.

 

 

TEMPERATURA DEI MARI

Novembre 2020: la temperatura del Mediterraneo sarà superiore alla media.

 

Dicembre 2020: proseguirà l’anomalia dei mari con temperature decisamente sopra la media.

 

Gennaio 2021: potrebbe proseguire la linea di tendenza con temperature sopra la media su tutto il Mar Mediterraneo.

 

Febbraio 2021: la situazione meteo climatica dovrebbe essere invariata. Mentre su scala europea si rileva un raffreddamento delle acque marine.

 

La temperatura superficiale del Mar Mediterraneo influenza notevolmente le condizioni meteo in Italia, in particolare, con il transito di sistemi perturbati, aumenta l’intensità dei fenomeni.

 

TEMPERATURA A 2 METRI

Novembre 2020: la Russia europea dovrebbe avere temperature di poco sopra la media, ma l’anomalia positiva potrebbe accentuarsi a est degli Urali. In Italia valori quasi nella media.

 

Dicembre 2020: lievissima anomalia positiva dovrebbe interessare quasi tutta Italia.

 

Gennaio 2021: l’anomalia lievemente positiva in Italia.

 

Febbraio 2021: potrebbe accentuarsi l’anomalia di temperatura sopra la media in Europa orientale, ma da loro questo è il mese delle maggiori ondate di gelo. In Italia l’anomalia positiva dovrebbe diminuire, potrebbe esserci un febbraio prossimo la media, come potrebbe essere tutto quello dell’Europa occidentale.

 

PRECIPITAZIONI

Novembre 2020 su buona parte d’Italia potrebbe piovere un po’ meno della media.

 

Dicembre 2020: precipitazioni superiore alla media su molte regioni italiane, questo soprattutto al Nord e le coste tirreniche. Buon auspicio di neve per le Alpi e le basse quote delle regioni settentrionali italiane.

 

Gennaio 2021: in Italia si dovrebbero verificare precipitazioni nella media.

 

Febbraio 2021: non ci saranno lunghi periodi di siccità in Italia. Le regioni del basso versante adriatico del sud dovrebbero avere precipitazioni sopra la media. Buon indice di neve in Appennino.

 

NEVOSITA’

Nell’osservare il modello matematico, deduciamo che rispetto ad altri anni ci potrebbero essere maggiori possibilità di neve sino alle basse quote. Stavolta favorita potrebbe essere la valle padana, che negli ultimi anni ha visto una riduzione eccessiva dei giorni di neve, così come quelli di copertura e quantità. La neve potrebbe cadere abbondante sulle Alpi e anche l’Appennino.

 

Rammentiamo che le previsioni meteo con validità sino a 5 giorni hanno una maggiore affidabilità, mentre questa decresce man mano che ci allontaniamo nel tempo.

 

METEO CITTÀ

– ANCONA
– AOSTA
– BARI
– BOLOGNA
– CAGLIARI
– CAMPOBASSO
– CATANZARO
– FIRENZE
– GENOVA
– L’AQUILA
– MILANO
– NAPOLI
– PALERMO
– PERUGIA
– POTENZA
– ROMA
– TORINO
– TRENTO
– TRIESTE
– VENEZIA

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.