Spoleto. “Gli agenti della Squadra Volante di Spoleto hanno dato esecuzione a un ordine di carcerazione, emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Torino, nei confronti di un cittadino extracomunitario – classe 1983 – di origini marocchine.

L’uomo è stato individuato quando il fratello si è recato negli uffici del Commissariato per consegnare la cessione di fabbricato con cui attestava di ospitarlo presso la sua abitazione.
Dagli accertamenti effettuati dagli agenti, è risultato che il 39enne aveva a carico una nota di rintraccio poiché destinatario di un ordine di carcerazione emesso ad agosto del 2019, con una pena da espiare di 11 mesi e 26 giorni di reclusione per il reato di violenza sessuale.
Gli agenti, a quel punto, si sono portati presso l’abitazione dove hanno rintracciato l’uomo.
Accompagnato in Commissariato per la compiuta identificazione e le attività di rito, gli operatori hanno scoperto che l’uomo, per sfuggire alle ricerche delle Forze dell’Ordine, era solito utilizzare degli alias, ovvero delle false identità.
Al termine delle operazioni, l’uomo è stato accompagnato presso la Casa Circondariale di Spoleto.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.