[ad_1]

“Per poi guardare a sanità nuova” dice direttore Aosp Perugia


(ANSA) – PERUGIA, 31 DIC – “Ci aspetta un lavoro importante,
sconfiggere il Covid per poi guardare a una sanità nuova,
moderna e innovativa”: lo ha sottolineato Marcello Giannico,
confermato dalla Regione alla guida dell’Azienda ospedaliera di
Perugia, come direttore generale, per il prossimo triennio.
   
Incarico per il quale con l’ANSA si è detto “felicissimo ed
emozionato”.
   
“Quando ho accettato la sfida di essere commissario – ha
spiegato Giannico – non l’ho certo fatto con l’idea di ‘scaldare
la poltrona’ per sei mesi ma con l’idea di portare avanti un
percorso di medio-lungo periodo. Affiancato dalle migliori
energie e professionalità di questa Azienda”.
   
Il direttore generale dell’ospedale di Perugia si è quindi
detto convinto che nel suo impegno sarà “sostenuto e aiutato
dalle professionalità delle quali dispone l’Azienda
ospedaliera”.”Ci aspettano sfide importanti nel prossimo
triennio – ha sottolineato Giannico – e questa azienda ne sarà
protagonista, possiamo cambiare e farlo in meglio”.
   
“Ringrazio la presidente Donatella Tesei, l’assessore alla
Sanità Luca Coletto e la Giunta regionale – ha quindi affermato
attraverso il sito del Santa Maria della Misericordia il
direttore generale – per la stima e la fiducia accordatami.
   
Classe 1971, sardo, laureato in economia e commercio, master
in Management pubblico alla Bocconi e in Finanza alla London
Business School, tra le esperienze più significative di
Giannico, in ambito sanitario, è stato dirigente dell’Area
“Risorse Finanziarie del SSR” della Regione Lazio dal 2016 al
2020, direttore generale alla Azienda sanitaria locale di
Sassari dal 2011 al 2014 e direttore finanziario all’Azienda
ospedaliera “San Camillo Forlanini” di Roma dal 2007 al 2010.
   
Fin dal 2001 ha svolto numerose collaborazioni con le Aziende
Sanitarie umbre a supporto delle direzioni, in tema di
programmazione e controllo di gestione. Dottore commercialista e
revisore contabile, ha rilevanti esperienze sia pubbliche che
private, in campo economico finanziario, nella
reingegnerizzazione dei processi e nella implementazione di
sistemi informativi complessi. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA