[ad_1]

Colaiacovo, sostegno a emergenze, ma anche ripresa e sviluppo


(ANSA) – PERUGIA, 20 GEN – “Nonostante il difficilissimo
momento storico aperto dalla pandemia” Fondazione Cassa di
Risparmio di Perugia “conferma lo stanziamento di almeno 6
milioni di euro a sostegno del territorio e di obiettivi
strategici” e si dice “pronta a sostenere le emergenze, ma senza
trascurare la ripresa e lo sviluppo”. Lo ha sottolineato oggi,
in videoconferenza, la presidente della Fondazione, Cristina
Colaiacovo, presentando il piano dell’attività istituzionale
2021, insieme al segretario generale, Fabrizio Stazi, al
direttore generale di Acri, l’Associazione delle Fondazioni e
delle Casse di Risparmio Spa, Giorgio Righetti e Francesca
Picciaia, professore di economia e amministrazione delle
organizzazioni non profit dell’Università degli Studi di
Perugia.
   
Lavoro, ricerca e sviluppo, promozione e solidarietà sociale,
valorizzazione del territorio e tutela, valorizzazione e
promozione del patrimonio storico-artistico e culturale i punti
chiave del piano 2021.
   
“Nonostante il 2020 sia stato un anno molto complesso – ha
spiegato la presidente Colaiacovo – la Fondazione mantiene gli
impegni che si era prefissata, confermando lo stanziamento di 6
milioni di euro. Ciò è stato possibile grazie ad una buona
gestione del patrimonio finanziario che ha permesso alla
Fondazione di chiudere il 2020 con un avanzo di gestione
superiore a 12 milioni di euro. Verranno inoltre accantonati
circa 2 milioni di euro per rafforzare il Fondo di
stabilizzazione per le erogazioni future, il cui ammontare
complessivo raggiungerà il valore di oltre 10 milioni di euro”.
   
Nel corso dell’anno verranno pubblicati cinque bandi a tema per
un importo complessivo di 1 milione e 350mila euro ed un
ulteriore bando ‘Richieste libere’, per il quale sono stati
stanziati 500mila euro. Quest’ultimo bando è stato pubblicato
oggi, insieme al primo tematico nel settore dell’Arte che
riguarda il sostegno ad “Eventi culturali per la promozione del
territorio – tradizioni popolari e folcloristiche”, finalizzato
alla promozione di manifestazioni. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA