Tutto da rifare per il concorso da agente della Municipale di Perugia dopo che erano state già effettuate due prove selettive. E’accaduto che, dopo aver espletato la prova preselettiva e la prova scritta, il Presidente della Commissione per il concorso ha recapitato un verbale della riunione della commissione stessa, che ha di fatto decretato la nullità della prova scritta a causa della presenza di 4 plichi di esame che presentavano caratteristiche di difformità, compromettendo, secondo la commissione, l’anonimato della prova con conseguente possibile violazione del principio di imparzialità.

La prova scritta è stata espletata da 77 concorrenti e la nullità della prova inciderà direttamente nel percorso intrapreso dai concorrenti. I tempi inevitabilmente si dilateranno ulteriormente, impedendo così l’aumento dell’organico delle guardie municipali del capoluogo. Secondo i consiglieri comunali del Pd, Borghesi e Zuccherini, che hanno presentato una interrrogazione “oltre a questo andrebbe considerato anche l’aggravio, in termini economici per l’ente, di dover espletare una nuova prova scritta, a queste vanno aggiunte le incertezze legate alla prosecuzione dello stato di emergenza a causa della diffusione del coronavirus, che potrebbero portare ulteriori restrizioni”.


Il tuo browser non può riprodurre il video.


Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.

Disattiva audioDisattiva audioDisattiva audioAttiva audio



Spot

Attiva schermo interoDisattiva schermo intero

Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.

Attendi solo un istante...

Forse potrebbe interessarti...


Devi attivare javascript per riprodurre il video.


“È per queste ragioni che abbiamo presentato un atto urgente da approfondire in Commissione – affermano i Consiglieri comunali Borghesi e Zuccherini, firmatari dell’Ordine del giorno – per chiedere delucidazioni in merito a questa procedura e per non annullare la prova concorsuale di tutti i candidati, ma escludere soltanto le 4 buste che risultano difformi. Crediamo però che sia anche necessario – concludono i consiglieri – che il Sindaco e la Giunta si prendano la responsabilità dell’accaduto, approfondendo nel merito tutto quello che è accaduto: Perugia non ha certo fatto una bella figura”.



Fonte articolo Perugia Today

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.