«Le sfide del mondo contemporaneo ci indicano come unica strada percorribile quella verso un futuro verde, sostenibile, equo. Siamo fermamente convinti che serva una forza politica che metta la tutela dell’ambiente e la giustizia sociale al primo posto. Per questo lanceremo l’operazione #sindacoverde per tutti i Comuni dell’Umbria che andranno al voto nel 2021, alcuni di questi di grandi dimensioni come Città di Castello, Assisi e Amelia; complessivamente cinque nella provincia di Perugia e sei in quella di Terni». A parlare sono Francesco Alemanni e Gianfranco Mascia, commissari straordinari di Europa Verde per l’Umbria, ed Enrico Paci del coordinamento di Europa Verde Umbria.

L’intenzione

I tre spiegano che il «nostro è un progetto aperto che mira a coinvolgere tutte le forze che credono nella Green Economy, nel Green Deal e nella conversione ecologica. L’Umbria ha una forte vocazione ecologista tradita da decenni di gestione poco avveduta e spesso avvilente. Il presente ci chiede assolutamente di cambiare direzione verso una visione di società che sia inclusiva, trasparente e sostenibile. Osserviamo con particolare apprensione la situazione tifernate, dove è alto il rischio di una virata a destra, colpa anche di una amministrazione uscente di centro-sinistra impegnata più a gestire il potere che a progettare un futuro migliore per i propri cittadini e per il proprio territorio. Raccogliamo quindi – concludono – con interesse l’appello del gruppo Castello Cambia, sui cui principi di sostenibilità ambientale, democrazia partecipativa, trasparenza, giustizia sociale ci troviamo pienamente in sintonia. Ci auguriamo – concludono le e gli ecologisti – che altre forze del centro sinistra e della società civile si possano da una parte ravvedere, dall’altra operare attivamente per attuare una vera, condivisa, rinascita verde».

Condividi questo articolo su



Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.