Bocconi di cibo e chiusura a “ghigliottina” per catturare gli animali selvatici, probabilmente i cinghiali. I carabinieri forestali di Terni hanno individuato e sequestrato tre gabbie-trappola installate per la cattura di fauna selvatica.

Erano state posizionate lungo la strada di San Clemente, nella zona di Palmetta, su un terreno agricolo confinante con un boschetto in parte coltivato ad uliveto ed in parte destinato all’allevamento di animali da cortile e pecore. All’interno delle tre gabbie era presente cibo allo scopo di attirare gli animali che, entrando, avrebbero azionato il meccanismo a scatto con conseguente chiusura a “ghigliottina” della gabbia che avrebbe reso impossibile l’uscita. La zona è particolarmente frequentata da cinghiali e, sia la tipologia che le dimensioni delle gabbie, erano idonee proprio alla cattura questi animali.


Il tuo browser non può riprodurre il video.


Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.

Disattiva audioDisattiva audioDisattiva audioAttiva audio



Spot

Attiva schermo interoDisattiva schermo intero

Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.

Attendi solo un istante...

Forse potrebbe interessarti...


Devi attivare javascript per riprodurre il video.


Dopo accurate indagini effettuate anche con l’ausilio di telecamere, i militari sono riusciti a identificare l’autore del reato. Si tratta di un quarantaseienne di Terni, che è stato denunciato per i reati di caccia con mezzi non consentiti, caccia in periodo di divieto generale, nonché per tentato furto venatorio. Rischia la pena dell’arresto fino a un anno, un’ammenda fino a 4mila euro, oltre alla reclusione fino a 6 anni e alla multa fino a 1.032 euro.



Fonte articolo Terni Today

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.