L’ex presidente del consiglio comunale di Amelia, Leonardo Pimpinelli, è irremovibile. Dopo la vicenda della sua “battuta” pubblicata su Facebook, giudicata dalla minoranza come “sessista” nei confronti della ministra dell’istruzione Lucia Azzolina, la discussione ufficiale delle sue dimissioni passerà in consiglio comunale il prossimo 29 ottobre e sarà il primo punto all’ordine del giorno dell’assemblea cittadina che avverrà rigorosamente online. 

Non si potrà eleggere contestualmente un nuovo presidente

A complicare la situazione, c’è il regolamento del consiglio comunale che impone, a seguito di dimissioni da cariche istituzionali per motivazioni personali, il voto segreto.

Da quanto si apprende, la maggioranza vorrebbe fare quadrato attorno a Pimpinelli. Tuttavia, nell’immediato, sarà oggettivamente impossibile votare in modalità segreta perché, come ovvio, la modalità di connessione online non consente di esprimere voti in totale segretezza.


Il tuo browser non può riprodurre il video.


Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.

Disattiva audioDisattiva audioDisattiva audioAttiva audio



Spot

Attiva schermo interoDisattiva schermo intero

Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.

Attendi solo un istante...

Forse potrebbe interessarti...


Devi attivare javascript per riprodurre il video.


Un grattacapo in più per la giunta e il sindaco Pernazza, costretto, pro tempore (almeno fino a quando non si troverà una soluzione adeguata per effettuare le operazioni di voto segreto), ad assumere anche la carica di presidente del consiglio comunale. 



Fonte articolo Terni Today

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.