[ad_1]

Che nel Mediterraneo si formino temporali simil tropicali non è una novità, in quanto sul finire della stagione estiva, il Mar Mediterraneo raggiunge temperature che possono essere assimilati quasi a quelle dei mari tropicali.

 

Tutto ciò comporta la genesi di aree temporalesche particolarmente importanti, che si formano sul mare e che poi possono raggiungere la terraferma, dove scaricano enormi quantità di pioggia in tempi molto ristretti causando anche nubifragi. Soprattutto ad inizio stagione, questi fenomeni sono accompagnati da delle vere e proprie tempeste elettriche, con il cielo che viene squarciato da un’enorme quantità di fulmini prodotte dal temporale.

 

temporali simil tropicali nel meteo estremo - TROPICAL STORM anche in Italia nel meteo estremo d’inizio Autunno
Temporali simil tropicali nel meteo estremo.

Questi fenomeni tendenzialmente stanno aumentando di frequenza a causa dei cambiamenti climatici, e potrebbero divenire una notevole insidia soprattutto nei prossimi anni. Ed ecco che quest’anno tali fenomeni si sono puntualmente presentati, causando ingenti precipitazioni.

 

In questi giorni ha pagato le conseguenze la Spagna orientale, dove si sono verificati nubifragi di eccezionale intensità, con alluvioni lampo del tutto abbastanza assimilabili a quelli visti in varie circostanze in Italia. Eventi di una certa importanza hanno interessato anche negli anni varie aree d’Italia.

 

I temporali tropicali, o simil tropicali (Tropical Storm) che vediamo svilupparsi nel Mar Mediterraneo, spesso derivano da masse d’aria con instabilità atmosferica, che si formano quasi improvvisamente. Tali fenomeni sono abbastanza imprevedibili, e a tutt’oggi anche gli avvisi meteorologici diffusi dalle autorità competenti, le uniche che possono emetterli, faticano a inquadrare tali eventi meteo.

 

 

Ho pensato potesse essere utile vedere le vecchie immagini di Alghero, in Sardegna, investita nel settembre del 2008 da un fortissimo nubifragio con raffiche di vento persistenti anche oltre i 150 km/h, peraltro misurate dalla stazione meteorologica di Alghero Fertilia. Lo stesso aeroporto subì dei danni.

 

Eventi meteo analoghi, sono stati illustrati da diversi video anche in altre aree del Mar Mediterraneo.

 

Come ho scritto precedentemente, questi fenomeni sono difficilmente prevedibili, gli stessi modelli matematici di previsione, né danno appena traccia, e molto spesso le località interessate si trovano a doverli affrontare con scarso preavviso. Tuttavia, con l’ausilio del meteorologo è possibile avere informazioni che possono essere utili per ridurre i danni procurati dalle precipitazioni torrenziali di tali temporali.

 

Seleziona la stellina qui su Google per avere le notizie sull’APP.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *