Sono in corso indagini dei carabinieri sulla morte di un romeno di 36 anni, avvenuta nella serata di sabato a Terni, dopo che l’uomo è caduto da un cavalcavia finendo sulla banchina della stazione ferroviaria di Cospea, lungo la tratta Terni-L’Aquila-Sulmona.

Il fatto è avvenuto poco dopo le 21 in via Narni, nella periferia della città.

Inutili i soccorsi al trentaseienne, residente in zona, a causa del volo nel vuoto di circa sei metri. L’ipotesi al momento più accreditata dagli investigatori è che la morte sia dovuta a cause accidentali: il romeno potrebbe aver perso l’equilibrio dopo essersi seduto sul muretto del cavalcavia. Ma gli accertamenti dei carabinieri – in base a quanto si apprende – proseguono su più fronti, anche attraverso la raccolta di diverse testimonianze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.