Terni – È stata l’occasione per fare il punto della situazione sui progetti, presenti e di prospettiva, che riguardano Terni, nonché per confrontarsi per l’intera mattina con gli attori della città. Questo il senso dell’incontro, a cui è seguita una conferenza stampa, che la Presidente della Regione Donatella Tesei ha tenuto oggi a Terni, alla presenza del sindaco della città, Leonardo Latini, e di tutta la Giunta Regionale e che ha visto coinvolte le forze politiche di maggioranza e gli stakeholder del territorio.

“Ho voluto questo incontro – ha affermato la Presidente – per fare il punto della situazione e ascoltare la vostra voce, in maniera costruttiva così come è stato. Un incontro organizzato sin dallo scorso fine mese, come comprovato dagli inviti, e non improvvisato come qualcuno ha provato a strumentalizzare. L’attenzione di questa amministrazione è per tutto il territorio regionale ed è testimoniato proprio dai progetti che interessano l’intera Umbria”.

La Presidente, nel corso del suo intervento, ha fatto un breve excursus di alcuni obiettivi raggiunti e quelli in corso d’opera.

“Nonostante il Covid – ha detto – abbiamo lavorato su molti progetti per la città che in gran parte rientrano nel Pnrr. In merito a quanto già ottenuto per Terni ricordo: 4,6 milioni per la riqualificazione dell’edilizia scolastica, cui si aggiungono 77 milioni su base regionale per le nuove scuole; la nuova Sanità territoriale che qui vedrà una casa di Comunità finanziata con 3,5 milioni, un ospedale di Comunità finanziato con 2,9 milioni, una centrale operativa territoriale con doppio modulo. Terni – ha aggiunto – si è anche aggiudicata una quota del progetto Pinqua per la rigenerazione urbana delle periferie; inoltre la scelta del progetto pilota dei borghi, ben 20 milioni di euro di finanziamento, è ricaduto, con Cesi, nel Ternano. Vi sono poi 135 milioni di euro per politiche del lavoro, sociale, opere idriche, edilizia residenziale che sono affidate alla Regione e di cui quindi in parte beneficerà anche Terni”.

“Ma oltre a questo – ha sottolineato la Presidente Tesei – vi sono anche due grandi progetti Pnrr che stiamo negoziando e vedono al centro proprio Terni. Uno è il progetto bandiera dell’Umbria: la conversione del polo della chimica ternana alle bioplastiche. Il secondo è quello, condotto con Arvedi e Mise, che prevede la costruzione di una delle più importanti centrali ad idrogeno italiane a servizio di Ast, per renderla energeticamente competitiva nel mondo, e al tempo stesso a servizio dell’hydrogen valley progettata dal sindaco Latini”.

La presidente Tesei si è poi soffermata sulla Sanità: “Oltre a quanto detto rispetto alla nuova Sanità – ha rilevato – si è deciso di realizzare in questo territorio due ospedali, pubblici e universali: il nuovo ospedale di Terni, che sarà di alta specialità ed avrà anche il compito di essere attrattivo nei confronti delle altre regioni, e l’ospedale di Narni-Amelia che sarà interrelato proprio con quello di Terni, rappresentandone la dimensione di lungo degenza e riabilitazione”.

“Non mi sottraggo – ha poi affermato – ad un breve inciso sul cosiddetto progetto stadio-clinica. Il Comune ci ha inviato il plico con il progetto. Abbiamo subito costituito un nucleo tecnico valutativo che ha rilevato e segnalato al Comune alcune carenze documentali, ad integrazione delle quali saremo immediatamente pronti ad un nuovo rapido percorso valutativo e a dare il via all’iter amministrativo. Sappiamo bene quanto questo progetto sia sentito in città e quanto possa essere importante per tutta la regione”.

La Presidente e la Giunta regionale si sono anche soffermati sulle infrastrutture, e nello specifico su alcuni progetti come: la nuova Fcu da Sansepolcro a Terni, e sullo sfondamento verso Sulmona, il cui treno ad idrogeno, in questa seconda parte, sarà alimentato con una centrale dedicata costruita proprio a Terni. La città sarà anche attraversata dalla Alta velocità regionale Roma-Terni-Foligno-Ancona, ampliamento del progetto Orte-Falconara; inoltre numerose sono le opere logistiche, tra tutte il completamento del collegamento Terni-Civitavecchia.

La Presidente, infine, parlando dell’Ast ha ricordato il lungo lavoro pregresso con il ministro Giorgetti e il futuro incontro con il cavalier Arvedi (1 aprile) per discutere in via definitiva il piano industriale “con l’auspicio – ha precisato la Presidente Tesei – dell’incremento dei volumi produttivi, del ritorno del magnetico, di investimenti industriali rilevanti con ricadute territoriali, di investimenti ambientali sensibili, del mantenimento, se non dell’incremento, dei livelli occupazionali e di investimenti sociali a Terni sul modello di quanto fatto dallo stesso Gruppo a Cremona”.

fb3c32ad 728c 46b6 a93b 05feb9f7ffe7

5073f1c1 53af 446a 9261 9b47b17a5fb1

f80a7a4f 84bb 4477 b857 3626fb74667d

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.