Foligno. “Qualche giorno fa, la Volante del Commissariato di Foligno si è portata presso un’area di parcheggio cittadina, dove alcuni passanti avevano segnalato la presenza di un uomo che girovagava tra le auto in sosta con atteggiamento sospetto.

Giunti sul posto, gli agenti hanno rintracciato un 65enne, già noto alle Forze dell’Ordine, in quanto gravato da numerosissimi precedenti per reati contro il patrimonio, in particolare per furto, ricettazione, rapina, invasione di terreni o edifici ed insolvenza fraudolenta.

Tra i precedenti di polizia dell’uomo figurano, inoltre, anche contestazioni dei reati di associazione a delinquere e di lesioni personali, oltre ad alcuni episodi di violenza e resistenza a pubblico ufficiale.

Pertanto, dopo aver riconosciuto il 65enne, i poliziotti hanno perlustrato accuratamente l’area, accertando così che nessuno dei veicoli in sosta presentasse segni di danneggiamento o effrazione.

Successivamente hanno effettuato alcuni approfondimenti sulla posizione dell’uomo constatando che stava scontando, in regime di detenzione domiciliare, una condanna definitiva a due anni di reclusione per il reato di ricettazione.

Il 65enne avrebbe potuto lasciare la propria abitazione solo in fasce orarie predeterminate e solo per esigenze di carattere sanitario o legate ad altre primarie necessità.

Non essendo risultato in grado di giustificare la propria presenza nel parcheggio, è stato arrestato in flagranza per il reato di evasione.

Nella mattinata odierna verrà giudicato per direttissima presso il Tribunale di Spoleto.”

Così, in una nota, la Questura di Perugia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.