I fatti risalgono ai primi giorni di febbraio quando i tecnici addetti alla sicurezza della Minimetrò sono costretti ad intervenire per avviare la manovra di emergenza consistente nel “riporto al piano di sbarco” dell’ascensore inclinato che collega la stazione di arrivo del Minimetrò a Piazza della Rupe, dopo che i dispositivi di sicurezza dell’impianto segnalano l’interruzione del funzionamento a causa di anomalie della porta cabina. 

Le verifiche necessarie al riavvio in sicurezza dell’impianto richiedono diverse ore di lavoro tanto che il servizio subisce un’interruzione di tre ore e il fatto viene denunciato alla Polizia Locale che, dopo aver visionato le immagini di sorveglianza ravvisa, in uno dei minorenni, l’autore del blocco dell’ascensore. 

I giovani, che nel frattempo passeggiavano su Corso Vannucci, sono stati identificati dagli agenti della Polizia Locale con il supporto dei colleghi del Reparto Territoriale. Il presunto responsabile del fatto è stato denunciato alla competente A.G per il reato di interruzione di pubblico servizio.

La Società Minimetrò, cosi come l’assessore Luca Merli, hanno espresso il proprio apprezzamento per il lavoro svolto dagli agenti e per la continua e proficua collaborazione assicurata dalla Polizia Locale nel far fronte a preoccupanti episodi di vandalismo che, per lo più nel fine settimana, vedono protagonisti giovani e giovanissimi adolescenti. 

Sabato scorso, con l’ausilio degli agenti, due sono stati i ragazzi sanzionati per aver fatto accesso alla Stazione Pincetto accodandosi a degli amici muniti di biglietto, mentre sono complessivamente una decina i minorenni che l’Ufficio Sicurezza Urbana ha proceduto a segnalare all’Autorità Giudiziaria minorile in quanto autori di danneggiamenti cagionati allo stesso ascensore inclinato, alle scale mobili ed ai tornelli posti ai varchi di ingresso e uscita delle stazioni Minimetro, nel tentativo di forzarli e superarli senza obliterare il biglietto. 

Ad uno di loro, trovato in possesso di modica quantità di sostanza del tipo hashish, è stato contestato l’art. 75 del Testo Unico sugli Stupefacenti, con conseguente segnalazione alla Prefettura per le sanzioni di competenza.

“Credo che sia opportuno – dichiara l’assessore alla sicurezza Luca Merli – aumentare l’attenzione su questi continui episodi vandalici adottati da minorenni che sono frutto di un disagio giovanile di cui, insieme alle famiglie, dobbiamo farci carico.  Due anni di pandemia – prosegue Merli – hanno acuito situazioni personali e famigliari, dobbiamo prenderci cura dei nostri figli, specchio del futuro della nostra società e della qualità della vita nelle nostre città”. 

 

Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.