Il legale rappresentante di un’azienda artigianale di Norcia è stato denunciato dai carabinieri per inadempienze in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro.

Nell’ambito del controllo svolto dai carabinieri della stazione di Norcia, con il supporto specializzato dei militari del Nucleo Ispettorato del lavoro di Perugia e del personale dell’Ispettorato del lavoro, è stata sottoposta a sequestro preventivo una porzione del sito a causa del mancato possesso del certificato di agibilità. Dal controllo dei dipendenti è emerso inoltre che due di questi erano irregolarmente occupati,
pertanto è stata attuata la sospensione dell’attività e la sanzione di 2.500 euro. Inoltre, è stato adottato il
provvedimento di sospensione dell’attività per gravi violazioni in materia di sicurezza sul lavoro e una uteriore sanzione di 3.000 euro.

Nell’ambito dei medesimi controlli sono state comminate ammende per oltre 8.000 euro complessivi e sanzioni amministrative per lavoro nero pari a un importo complessivo di 3.600 euro.

Fra le irregolairtà contestate, il fatto di non avere designato il responsabile del servizio di prevenzione e protezione munito di un idoneo attestato; di non aver provveduto ad una adeguata formazione in materia di salute e sicurezza per 18 lavoratori dipendenti; il fatto di non avere preso le misure necessarie
affinché i lavoratori fossero salvaguardati da tutti i rischi di natura elettrica, connessi all’impiego delle apparecchiature degli impianti elettrici, messi a loro disposizione. In particolare è risultato incompleto l’impianto elettrico, con mancanza del quadro elettrico generale. (ANSA).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.