[ad_1]


E’ un “nuovo modo” per discutere di sostenibilità


(ANSA) – PERUGIA, 06 SET – Prenderà il via da Perugia un
nuovo modo per discutere di sostenibilità, come sfida per il
futuro sul pianeta, per la difesa dell’ambiente e del benessere
delle comunità, dalla più piccola alla più grande scala. Si
chiama ‘Green table’ ed è un forum internazionale su
architettura e design ecosostenibili. Un viaggio globale con
tappa centrale in Umbria, a Perugia, per una quattro giorni
(20-23 ottobre) di incontri fisici e digitali nella suggestiva
cornice di San Francesco al Prato, che riapre per l’occasione.
La manifestazione – è stato annunciato dagli ideatori Andrea
Margaritelli (presidente Fondazione Guglielmo Giordano) e Carlo
Timio (Media Eventi) durante una conferenza stampa – chiamerà a
raccolta personalità del mondo della cultura del progetto, della
scienza, della filosofia e dell’economia per dialogare attorno
al ruolo del design e dell’architettura nella ricerca di una
relazione armonica tra genere umano e mondo naturale.
Parte quindi dal capoluogo umbro questo progetto culturale di
respiro annuale nato dall’incontro tra Fondazione Guglielmo
Giordano e Media Eventi, con la partnership dell’Istituto
nazionale di architettura, l’associazione per il Disegno
industriale e il supporto del Consiglio nazionale architetti.
“Un progetto condiviso insieme alla Regione e a cui abbiamo
lavorato insieme” ha affermato la presidente umbra Donatella
Tesei. “Come presidenza – ha aggiunto – stiamo sostenendo,
attraverso contributi ma anche idee, iniziative importanti per
il territorio proprio come ‘Green Table’. Non si possono più
dare risorse a pioggia, oggi è necessario investire su eventi
che fanno uscire la regione a livello nazionale e
internazionale”. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA