In Umbria sono 48 i pazienti sottoposti a trattamento con anticorpi monoclonali per la cura del Covid. Lo ha detto l’assessore regionale alla Sanità Luca Coletto intervenendo in Assemblea legislativa.

“Sono – ha aggiunto – 19 nell’Azienda ospedaliera di Perugia, nove a Spoleto, nove a Terni e 11 a Città di Castello. Sull’efficacia del trattamento l’Aifa ha istituito un apposito registro in cui i centri utilizzatori compilano scheda di arruolamento dei pazienti eleggibili al trattamento. Dopo un mese di anticorpi si sente il paziente, anche telefonicamente. I dati ancora non ci sono, perché non sono trascorsi i trenta giorni, ma i risultati sono incoraggianti”.

Nella seduta dedicata al question time dell’Assemblea legislativa Coletto ha riposto ai consiglieri regionali della Lega Valerio Mancini e Stefano Pastorelli.

Illustrando l’atto in Aula Mancini ha ricordato di aver “presentato una mozione lo scorso 23 febbraio, approvata all’unanimità dall’Aula e volta ad impegnare la Giunta ad attivarsi presso il Governo nazionale per avere a disposizione, ai fini di un utilizzo immediato, queste cure sperimentali anche in Umbria”. (ANSA).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.