È il giorno di San Francesco patrono d’Italia. Ad Assisi è la seconda celebrazione che si svolge in tempo di Covid e rispetto al pre pandemia, si registra un deciso calo di pellegrini sistemati sul grande prato dinanzi alla Basilica Superiore da dove, e dalla piazza Inferiore, seguono la messa.

Quest’anno l’olio che alimenta la lampada votiva è stato donato dalla Sardegna, giunta in Umbria con un migliaio di cittadini, guidati dal vice presidente della Regione, Alessandra Zedda.

Olio che per l’edizione 2022, è stato annunciato dal Sacro Convento, non sarà donato da una regione italiana, bensì “in via del tutto eccezionale, e per la situazione che ci troviamo a vivere, da rappresentanti di istituzioni e organizzazioni che stanno aiutando il popolo italiano a far fronte agli effetti della pandemia”.

Ad Assisi, in rappresentanza del governo italiano, è presente Marina Sereni, vice ministra degli Affari esteri.

    La celebrazione eucaristica è stata aperta con il saluto del Custode del Sacro Convento, fra Marco Moroni che, rivolgendosi ai rappresentanti della Sardegna, ha ricordato gli incendi che in estate hanno colpito l’isola”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.